Progetti Europei attualmente gestiti dal Laboratorio

iBLUE

Investing in sustainable blue growth and competitiveness through 3-Pillar Business Model (3-PBM)

Il porgetto iBLUE contribuisce al rilancio sostenibile del settore della nautica da diporto (cantieristica navale, servizi nautici, turismo) creando una rete transnazionale per aiutare la ripresa economica attraverso la condivisione di modelli di business (BM) che integrano i 3 pilastri della sostenibilità (ambientale, sociale, economica), sviluppando la metodologia "3-PBM".

Il settore sta affrontando un periodo di sfide, legate alla crisi e alla disoccupazione, ma un focus solo sull'aspetto economico rappresenterebbe una minaccia per l'equilibrio dell'ecosistema dell’area MED, da cui la volontà di assumere un punto di vista anche ambientale e sociale. L'applicazione "3-PBM" e la raccolta sistematica di dati creeranno un database che fornirà:

  • una massa critica di conoscenze sulla settore in termini di impatto economico, occupazione, punti di forza, debolezza e sostenibilità, sfruttabile da diversi utenti (PMI, responsabili politici, ricercatori);
  • un sistema di indicatori sulla sostenibilità delle imprese nautiche, utile ai responsabili politici per una migliore assegnazione delle risorse e per la valutazione dell'impatto;
  • una raccolta di buone pratiche, modelli di innovazione e politiche sfruttabili dagli attori del settore della nautica da diporto per migliorare le prestazioni;
  • materiale formativo per la realizzazione di BM sostenibili, andando verso i principi dell'economia circolare.

Un'azione transnazionale consentirà uno sviluppo sostenibile dell'intero settore nautico del Mediterraneo, proteggendo allo stesso tempo la natura, la bellezza e la cultura dei suoi territori e della sua gente.

BIFOCALPS

Boosting Innovation in Factory of the Future Value Chain in the Alps

Il progetto BIFOCAlps vuole affrontare una sfida comune a molte regioni dello Spazio Alpino (AS): a causa della globalizzazione, molte imprese nel settore manifatturiero non sono così competitive come vorrebbero nei mercati globali, con conseguente aumento dei livelli di disoccupazione, strutture abbandonate e impianti che necessitano di nuove innovazioni e nuovi processi.

D'altra parte, l’area Alpina è caratterizzata da un forte settore R&S e una specializzazione sulle tecnologie relativo all’Industry 4.0 e alla Factory of the Future (FoF).  L'obiettivo principale di BIFOCAlps è quello di rafforzare la collaborazione e le sinergie tra i principali attori del sistema di innovazione per uno sviluppo sostenibile, intelligente e competitivo della catena del valore nei confronti della FoF.

I risultati principali saranno:

  • una mappa del settore a livello transnazionale, per comprendere best e good practices esistenti e potenziali, tecnologie e competenze lungo la catena del valore;
  • una metodologia validata per migliorare la sostenibilità a lungo termine attraverso l'innovazione e il trasferimento di conoscenze tra imprese, accademici e attori politici;
  • linee guida di azioni strategiche per influenzare l'agenda politica basata su un sistema di indicatori di impatto, per monitorare e consentire la valutazione di prestazioni in linea con le S3.

I partner del progetto e i relativi target group sono stakeholder rilevanti nel settore dell'Industria 4.0 e della FoF,  sono coinvolti nel processo decisionale, nel campo della ricerca della formazione e direttamente nella catena del valore. L'approccio innovativo integra una visione "bifocale" (considerando sia la catena del valore up-and-down).